Archivi tag: Campania

La Campania in tavola al XXV Festival di Merano

Si è conclusa da pochi giorni conclusa la venticinquesima edizione di Merano Wine Festival, famosa località turistica altoatesina. Una kermesse di notevole prestigio nata nel 1992 che celebra le eccellenze sia del settore vinicolo che di quello gastronomico; un evento che da sempre privilegia la qualità. gGli espositori da tutta Italia sono stati preventivamente selezionati da un’attenta verifica dei loro prodotti. In tale rinomato palcoscenico, anche quest’anno le aziende della Campania sono a giusto titolo tra le protagoniste, grazie all’esclusività delle produzioni che hanno affermato i loro brand oltre i confini nazionali.

Infatti, alcune eccellenze del territorio campano hanno brillato fin dalla cena di gala inaugurale, elegante ed attesissima, svoltasi al Kurhaus meraviglioso simbolo dell’architettura in stile liberty di Merano. La cena è stata  curata della Federazione Italiana Cuochi. Le sapienti mani dei migliori chef nazionali hanno dato vita ad un menu davvero esclusivo utilizzando l’olio extravergine biologico Sole di Cajani, azienda di Caggiano nel salernitano, e impreziosendo le portate con le mozzarelle di bufala del Caseificio Aversano.

Nel settore vinicolo presenti a Merano alcuni consorzi di tutela e venticinque aziende campane, inserite negli spazi Wine Italia, Wine Award Area, New Entries e Extremis, in una cinque giorni di forte competizione con i marchi esteri e con una nutrita partecipazione dalla Francia dei migliori produttori di champagne. E ancora al Festival altoatesino i salumi Gioi, i pregiati liquori artigianali Alma De Lux, le conserve Italiana Vera e Solania e le altre tipicità regionali di grande qualità, dalla pasta ai sott’olio e ai legumi.

Quest’anno, il Merano Wine Festival ospita oltre 400 aziende selezionate tra le mille candidature italiane e straniere pervenute; gli espositori ammessi sono frutto di una verifica rigida che ha imposto punteggi superiori a 80/100 ai prodotti in degustazione. Tra le novità più interessanti la rassegna cinematografica Merano Wine Film Festival, patrocinata dal Principato di Montenegro e con la supervisione di Helmut Kocher, che porta in sala pellicole vecchie e nuove dedicate al mondo del vino di famosi registi, quali Carreras e Kramer.

Storie di successo: Duraccio. I segreti dell’olio

Il proprio olio extravergine di oliva biologico tra le mani dei migliori cuochi del panorama culinario partenopeo e non solo, da Alfonso Crisci a Moreno Cedroni, da Lino Scarallo a Peppe Aversa e tanti altri, per la preparazione di intriganti piatti al recente evento Ottaviano Food Festival organizzato per fini di beneficenza con show-cooking tematici.

I segreti dell’olio

E’ questa l’ultima soddisfazione di Angelo Duraccio, imprenditore dell’area vesuviana con un’innata passione per l’olio di qualità. Seguendo con amore e competenza il solco tracciato decenni fa dal padre Giuseppe, Angelo Duraccio dedica da sempre le sue migliori energie alla produzione di pregevoli oli extravergine di oliva, tra cui quello da agricoltura biologica ottenuto esclusivamente con le olive raccolte negli uliveti di proprietà ubicati a Buccino, in località Serraventosa. Questo pezzo di territorio del salernitano, ad alta vocazione olivicola grazie al suo particolare microclima, ha dato anche il nome agli extravergini “Frantoio di Serra Ventosa” che rappresentano la perla di eccellenza della produzione di Olearia Duraccio.

L’olio biologico

In particolare l’olio biologico – come evidenziato nella Guida 2016 Slow Food dei migliori oli italiani –  si caratterizza per le delicate sensazioni di foglia di carciofo e mandorla. In bocca alla percezione di morbidezza, associata alla frutta secca, segue una persistente stimolazione di piccante.

Olio, le ultime produzioni

Un impegno incessante, dunque, portato avanti da Duraccio con grande convinzione sia per mantenere intatto lo standard qualitativo sia per dar vita ad altre importanti novità. Tra esse la gamma dei cosmetici naturali all’olio extravergine di oliva denominata “Le Fate degli Ulivi”, 100% di bellezza e benessere a disposizione della clientela presso l’elegante nuovo punto vendita di Ottaviano, nel centralissimo viale Elena della cittadina vesuviana. 

Duraccio, Olio,

Biologico, olio, Duraccio,

L’apertura dell’Archivio sonoro di Napoli e della Campania

Un fantastico viaggio tra i suoni e i sapori per scoprire Napoli e la Campania. E’ questo l’obiettivo di una serie di manifestazioni promosse in occasione dell’inaugurazione dell’Archivio sonoro della Campania all’Archivio di Stato di Napoli. Il via è previsto per sabato 12 marzo, alle ore 10, con la presentazione della teca digitale che raccoglie il patrimonio musicale di Napoli e della Campania.

Il giorno dell’inaugurazione ci sarà il vernissage della mostra fotografica Magici Mirabili Misteri di Paola Pisano, interamente dedicata ai riti pasquali di Procida. Per l’occasione un un gruppo di cantori e musici di una delle confraternite procidane eseguirà dal vivo alcune tipiche canzoni nella processione del Venerdì Santo.

L’incontro si concluderà con l’esibizione della paranza di zi’ Peppino Di Febbraio.

Le altre manifestazioni sono in programma il 17 marzo con l’inaugurazione della mostra documentaria Le rotte del cibo, curata dell’Archivio di Stato, un vero e proprio percorso dei prodotti enogastronomici della Campania, dal Duecento all’Ottocento; il 18 marzo dalle ore 17,30 con un incontro con Pasquale Scialò e Giandomenico Curi, i battenti di Minori e la paranza della Madonna Avvocata di Maiori e prodotti tipici dell’area, per concludere sabato 19 marzo alle ore 10 con diverse paranze rappresentative di tutto il territorio regionale, una selezione di prodotti tipici e la performance di Paolo Apolito.

Tutti gli incontri si svolgeranno presso l’Archivio di Stato e l’ingresso è completamente gratuito.

Archivio di Stato a Napoli e l'archivio sonoro,

Leguminosa, la terra e i suoi frutti protagonisti a Napoli

Si è conclusa ieri l’edizione 2016 di Leguminosa, tenutasi quest’anno in Piazza Dante a Napoli. Sessanta aziende espositrici ed una grande affluenza di un pubblico appassionato e curioso, specialmente durante il weekend.

Fagioli, cicerchie, ceci, lenticchie, fave, piselli, lupini e quanto altro, in tutte le loro forme e colori, coltivati in Campania ma anche in altre regioni quali Lazio, Basilicata, Abruzzo e Puglia, questi gli assoluti protagonisti dell’evento promosso da Slow Food Campania. In visita agli stand anche il sindaco Luigi de Magistris.

“In questi giorni abbiamo avuto conferma – spiega Pasqualina Gambino dell’azienda biologica Sole di Cajani – che specialmente nelle grandi città come è appunto Napoli, la gente manifesta un grande interesse verso prodotti semplici della terra, quali i legumi, ma nel contempo indispensabili nella preparazione di molti piatti della tradizione.”

Raffaele Grasso, dell’omonima azienda a conduzione familiare di Flumeri, sottolinea come la propria produzione di qualità trovi da sempre ottimi riscontri presso una clientela proveniente da realtà metropolitane quali Roma e la stessa Napoli, dove evidentemente il ritorno ai sapori di una volta costituisce per le persone un toccasana contro lo stress di una quotidianità sempre più caotica. 

Leguminosa ha evidenziato la qualità e la professionalità di tante piccole e medie realtà agricole, dai fagioli e ceci di Angelo Ferrante di Controne, ai legumi San Felice di Cicerale, ai tanti altri espositori che valorizzano i territori con le loro pregiate lavorazioni.

Leguminosa è nata per avvicinare la gente ad una vera e approfondita conoscenza del legumi, patrimonio di assoluta rilevanza per una sana alimentazione, ed è stata inserita dalla FAO nel calendario degli eventi dello IYP 2016 Anno Internazionale dei Legumi.

Leguminosa 2016 a Napoli,

Guide turistiche, dal 19 al 21 febbraio la XXVII giornata internazionale

Tre giorni da vivere intensamente in compagnia delle guide turistiche. Stiamo parlando della XXVII giornata internazionale della guida turistica in programma dal 19 al 21 febbraio. Per l’occasione l’Associazione Guide turistiche italiane offre visite guidate gratuite alla riscoperta delle bellezze nostrane.

L’iniziativa è nata nel 1990 con il patrocinio della World Federation of Tourist Guide Associations. Come dicevamo, in Italia l’evento è promosso da ANGT, Associazione nazionale guide turistiche.

Trenta eventi in programma in Campania

Per la Campania, il titolo dell’evento è: “Le Guide raccontano la Campania”. Gli itinerari sono più di trenta ed abbracciano l’intera regione.

All’iniziativa ha aderito anche l’Associazione Heraion presente sul territorio Campano.

La XXVII edizione vede l’appoggio e il patrocinio morale  del Comune di Napoli con cui l’Associazione Guide Campania sta collaborando anche per il progetto “Innamorati di Napoli” in programma il giorno di San Valentino e che vede Ciceroni celebri affiancati da guide abilitate campane.

La prenotazione alle visite guidate del 19- 20 e 21 febbraio va fatta ai numeri di telefono e alle e- mail che si trovano sul programma accanto ad ogni itinerario.

Per gli itinerari campani è possibile trovare il programma sulla pagina facebook: Guida turistica abilitata Regione Campania;

Per le varie proposte a livello nazionale: