“Made in”, via libera del Parlamento Europeo

Una prima vittoria tutta italiana e spagnola. Il Parlamento Europeo ha approvato, nei tempi, e in prima lettura tutto il pacchetto legislativo sulla sicurezza e sul controllo dei prodotti di maggior consumo che prevede l’obbligo di indicazione di origine. Parliamo del “Made in”. Una norma fortemente voluta da Italia e lagna e fortemente osteggiata dai grandi Paesi del Nord.

Il “made in”, entro breve, dovrebbe diventare obbligatorio per le merci che si muovono all’interno del vecchio continente. Ma la norma prevede anche obblighi del genere per i prodotti provenienti dai Paesi extra Europei. Particolarmente soddisfatta la Confindustria. Ora si attende il completamente dell’iter legislativo e il voto finale sulla buona norma europea.

Monumenti aperti, un mese per mille sorprese

Musei, siti e centri culturali aperti. Dal 3 maggio e fino del mese sarà possibile visitare le più suggestive ricchezze della Sardegna. Ecco l’occasione giusta per visitare la meravigliosa isola, in un mese tra i più affascinanti e suggestivi per colori e clima. Nell’operazione monumenti aperti saranno coinvolti complessivamente diecimila volontari e 46 Comuni per un totale di circa seicento monumenti da ammirare. E’ la diciottesima edizione dell’evento e i numeri sono da record, nonostante la crisi e la particolare congiuntura economica. Saranno coinvolte anche le scuole. I promotori dell’iniziativa sperano di superare i numeri record della precedente edizione: duecentocinquantamila visite.

Translate »