Archivi categoria: Irpinia

Avellino, il 4 febbraio l’incontro con il procuratore Maresca

“La corruzione come presupposto delle mafie, è il tema dell’incontro con il sostituto procuratore Catello Maresca della Direzione distrettuale antimafia, promosso dal Rotary Club Avellino, in programma il prossimo 4 febbraio all’ex Carcere Borbonico di Avellino (Sala blu). All’evento parteciperanno il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Avellino, Fabio Benigni, il dottore Tullio Morello già presidente dell’associazione nazionale magistrati e il professore Alberto De Chiara associato di Diritto Amministrativo presso la II Università di Napoli oltre alla presidente del Rotary Club di Avellino l’avvocato Annarita De Vitto. L’incontro sarà moderato dal giornalista Bruno Guerriero
#RotaryClubAvellino #OrdinedegliAvvocati #Giustizia

Mercogliano, al via la Rassegna “Libri in Comune”

Parte la rassegna “Libri in Comune” promossa dall’assessorato alla Cultura, Lucia Sbrescia del Comune di Mercogliano nell’ambito del progetto “Mercogliano Lab”. Vario ed interessante il programma della manifestazione che si aprirà il prossimo 28 gennaio con la presentazione del libro “Il bivio – sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino.

Il programma prevede anche gli incontri con Generoso Picone “Matria. Avellino e l’Irpinia. Un esame di coscienza” in programma l’11 febbraio; Paolo Speranza “Montevergine” il 25 febbraio; Antonio Santoro “Notti di notte” l’11 marzo; Luigi Anzalone “La dea bianca e la comunità intercultura” il 31 marzo; la presentazione del libro “Mi prendo per la gola e… dimagrisco” di Roberti e Prebenna il 7 aprile; la presentazione del libro di Bruno Guerriero “Verso il sole di mezzanotte” il prossimo 21 aprile; Mario Volpe “L’anno del dragone” il 5 maggio; Ciro Borrelli “L’ultima vittoria” il 26 maggio e la presentazione del libro “Morire a Mattmark” di Toni Ricciardi il 9 giugno.

Alla rassegna interverranno con degli spettacoli i musicisti del Mir di Avellino diretti dal Maestro Claudio Ciampa, l’associazione “Euterpe” curata dl maestro Maria Teresa Della Valle, del Coro “Argento Città di Mercogliano” diretto dal maestro Michela Sparano, del “Piccolo Coro stelle Incanto” della città di Mercogliano diretto dal maestro Eliana Massessi e dei volontari del Servizio Civile di Mercogliano.

“A che serve il corpo?”, incontro ad Avellino

Venerdi 30 ottobre 2015 si svolgerà ad Avellino un interessante Convegno :” A che serve il corpo ?  Gli Imbrogli del Corpo”.

L’incontro, che si terrà presso l’Aula Magna della Città Ospedaliera di Avellino, cominciando alle ore 8 , per protrarsi fino al tardo pomeriggio,è stato organizzato dal dr Alfonso Leo, medico neurologo, psicoanalista, docente a contratto di Psicologia  C d L in Infermieristica SUN, docente dell’Istituto Freudiano di Roma, dirigente medico AORN “ S. G. Moscati” di Avellino, con il patrocinio dello stesso Istituto Freudiano, della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, dell’ O d M della Prov di Avellino, e della A.O.R.N. “S.G. Moscati” di Avellino.

Quale il Tema  del Convegno? Leggendo la Locandina di presentazione evidenziamo : “ Il corpo è per definizione qualcosa di oscuro, dicui tanto si parla in medicina. La medicina tende a vederlo come un “macchinario” e tende a confonderlo con l’organismo. Ma, come dice Lacan, “il corpo è fatto per godere, godere di se stesso”, e proprio per questo lo fa attraverso la parola, nelle sue varie declinazioni, sia culturali che di patologia, si perché si gode anche del proprio sintomo!  Come accade, ad esempio, nei disturbi del comportamento alimentare. Per parlare delle varie istanze culturali vi sarà anche una sessione dedicata ai punti di assonanza e dissonanza nel “trattamento” del corpo in occidente ed in una realtà particolare dell’oriente quale il Giappone.”.

Quindi una visione a “tutto tondo” della problematica, con interventi che vedranno l’intervento di varie figure scientifiche: il medico tossicologo dr Palumbo (Corpo e Doping), lo Psicoanalista Psicologo dr Cosenza (Corpo e Parola nella Pratica Clinica) , il neurologo Psicoanalista dr Leo (Corpo come oggetto culturale tra Giappone ed Occidente), la giornalista dr ssa Trotta (Scritture e Corpi di donne nell’Impero del Sol Levante), l’endocrinolo nutrizionista dr Botta (Il Mito del Corpo magro), terminando poi con un altro intervento del dr Cosenza(Vicissitudini del desiderio e drammi del corpo nei disturbi alimentari in adolescenza).

Un programma ricco di spunti e di riflessioni. Nel corso del Convegno, prendendo il via proprio dalle problematiche poste dall’incontro, sarà presentata anche l’iniziativa del Rotary Club di Avellino che, in collaborazione con il dr Leo e di un Team di esperti (Psicologhe, psicanalista, pediatra, clinici , ecc) , ha organizzato #‎STAISERENO, un progetto per l’Irpinia”.

Infatti nasce in Irpinia il Centro “#staisereno” , consultorio socio-terapeutico sul territorio rivolto soprattutto alle fasce giovani (e non solo) . Tra i sostenitori ed anche protagonisti del progetto: il dottore Renato Tizzano e la dottoressa Annarita De Vitto, presidente del Rotary Club Avellino. Il Centro #staisereno si affianca ai progetti già avviati dal Rotary Club Avellino negli ultimi anni, come il Punto Rotary che ha promosso servizi medici gratuiti sul territorio (laboratorio, analisi ecc.) con particolare attenzione all’informazione scientifica e alla prevenzione.
L’inizio delle attività del Consultorio è fissato per mercoledì 18 novembre , presso Il PuntoRotary di Avellino “Rubilli” viale Italia.

Avellino, corpo,

Irpinia, Agricoltura sociale: un nuovo modello di welfare territoriale

Un modello di sviluppo sostenibile che passa per la valorizzazione delle identità locali, nuove culture, la partecipazione di giovani e donne impegnati nella realizzazione di interventi fortemente innovativi per quanto riguarda le produzioni di beni e l’erogazione di servizi: tutto questo è “Le Persone. La Terra. Il Lavoro” il convegno promosso dal Gal Partenio nell’ambito del Progetto Pilota “L’agricoltura sociale come opportunità di sviluppo rurale sostenibile. L’economia come Relazione di Comunità. Prospettive di applicazione in un progetto di cura e di vita”, realizzato dalla Società Cooperativa Gea Irpina.

All’incontro presso il Circolo della Stampa di Avellino sono intervenuti: Maurizio Reveruzzi, coordinatore Gal Partenio; Adelina Galdo, responsabile progetto pilota e socia Slow Food; Salvatore Esposito, Presidente Società Consortile Mediterraneo Sociale; Marco Berardo Di Stefano, Presidente Rete delle Fattorie Sociali; Pasquale Giuditta, Dirigente Ministero delle Politiche Agricole; on. Valentina Paris, Responsabile Enti Locali Pd; on. Giancarlo Giordano, Vicepresidente Commissione Cultura; on. Maurizio Petracca, Presidente della Commissione Agricoltura della Regione Campania; on. Rosa D’Amelio, Presidente Consiglio Regionale della Campania; on. Massimo Fiorio, Vicepresidente della Commissione Agricoltura. Ha concluso Luca Beatrice, Presidente del Gal Partenio.

Nella sala gremita, insieme a numerosi esponenti di associazioni che lavorano sul territorio, anche Lucio Napodano consigliere nazionale Slow Food.

E’ stata proprio l’esperienza portata avanti presso la Fattoria Isca delle Donne a costituire il punto di partenza per una riflessione sul possibile sviluppo di modelli innovativi di intervento nel settore dell’Agricoltura Sociale, favoriti dall’approvazione della Legge nazionale 114 del 18 agosto 2015, e che saranno oggetto del Decreto che il Ministro delle Politiche Agricole dovrà adottare entro il prossimo 23 novembre.

Una vera e propria Carta dei Principi dell’Agricoltura Sociale che comprende l’insieme di pratiche svolte da da aziende agricole, cooperative sociali e altre organizzazioni del Terzo Settore  che, in cooperazione con i servizi socio-sanitari, coniugano l’utilizzo delle risorse agricole con lo svolgimento di attività sociali volte a favorire percorsi terapeutici e riabilitativi per l’inserimento sociale e lavorativo delle fasce di popolazione svantaggiate e a rischio di marginalizzazione.

La crisi generale che investe territori e comunità accresce sempre più l’esigenza di ripensare l’attuale modello di sviluppo guardando così alla costruzione di un sistema economico sostenibile: l’Agricoltura Sociale.   

Adele Galdo, Maurizio Reveruzzi,
Adele Galdo e Maurizio Reveruzzi

Gal Partenio, un modello di sviluppo sostenibile

“Un modello di sviluppo sostenibile”, se ne discuterà venerdì prossimo (16 ottobre) presso il Circolo della Stampa di Avellino dalle ore 10,30. L’incontro è organizzato dal Gal Partenio con la collaborazione dell’ISCO delle Donne e Cooperative sociali

Parteciperanno il responsabile del progetto pilota “L’agricoltura sociale come opportunità di sviluppo rurale sostenibile”, Adelina Gallo, Il responsabile della società consortile Mediterraneo sociale, Salvatore Esposito, il presidente di rete delle Fattorie sociali, Marco Berardo Di Stefano, il dirigente del ministero delle politiche agricole, Pasquale Giuditta, il responsabile degli enti locali del Pd, l’onorevole Valentina Paris, il vice presidente della VII Commissione Cultura, Scienze e Istruzione, l’onorevole Giancarlo Giordano, il presidente della commissione Agricoltura della Regione Campania, Maurizio Petracca, la presidente del Consiglio regionale della Campania, l’onorevole Rosetta D’Amelio, la vice presidente della XIII Commissione Agricoltura, l’onorevole Massimo Florio. Concluderà il presidente del Gal Partenio, Luca Beatrice.